UTENZE NON DOMESTICHE

Nelle utenze non domestiche rientrano tutti i locali ed aree diverse dall’uso abitativo, classificati nel modo seguente:

 

Codice uso CLASSI DI ATTIVITA’
2.1 Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto
2.2 Campeggi, distributori carburanti
2.3 Stabilimenti balneari
2.4 Esposizioni, autosaloni
2.5 Alberghi con ristorante
2.6 Alberghi senza ristorante
2.7 Case di cura e riposo
2.8 Uffici, agenzie, studi professionali
2.9 Banche ed istituti di credito
2.10 Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta, e altri beni durevoli
2.11 Edicola, farmacia, tabaccaio, pluri-licenze
2.12 Attività artigianali tipo botteghe (falegname, idraulico, fabbro, elettricista, parrucchiere)
2.13 Carrozzeria, autofficina, elettrauto
2.14 Attività industriali con capannoni di produzione
2.15 Attività artigianali di produzione beni specifici
2.16 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie
2.17 Bar, caffé, pasticceria
2.18 Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari
2.19 Pluri-licenze alimentari e/o miste
2.20 Ortofrutta, pescherie, fiori e piante
2.21 Discoteche, night club

 

La quota da pagare per quelle non domestiche si farà riferimento sia alla superficie dei locali che alla tipologia di attività svolta.

La tariffa applicabile per ogni attività è unica, anche se le superfici che servono per l’esercizio dell’attività stessa presentino diversa destinazione d’uso e siano ubicate in luoghi diversi.

Scroll to Top